Dante Livio Bianco

Una iniziativa assai importante fu quella della “migrazione” nelle Langhe. Come si ricorderà, già in agosto s’era parlato di staccare dalle formazioni GL del cuneese dei reparti organici, da trapiantare nell’albese per fungere ivi, forti del loro valore, della loro tradizione ed esperienza e del loro prestigio, da centri di attrazione e basi d’organizzazione di…

Giovanni Nino Monaco

Siamo ai primi di gennaio del 1945. Ora bisogna fuggire da questa valle maledetta, se non vogliamo essere schiacciati, un giorno o l’altro. La vigilia di capodanno una nostra pattuglia di ritorno da Limoneto, è stata sorpresa nei pressi del cole di tenda e gli uomini si sono salvati per miracolo, buttandosi a capofitto sugli…

Mario Giovana

L’ardimento degli uomini e la loro risolutezza nel mantenersi uniti con le armi in pugno non risolvevano tuttavia ancora i problemi posti dalla stagione avversa, primo fra essi quello della penuria dei generi di sostentamento e della crescente difficoltà di transito dei rifornimenti sugli itinerari che il nemico controllava notte e giorno. A metà dicembre…

Aurelio Verra

Quelli della montagna pagavano puntualmente ogni cosa che si facessero dare, quelli della montagna non portavano via le lenzuola alla povera gente per farsi le divise invernali, quelli della montagna mangiavano poco e male, accontentandosi di qualunque cosa, quelli della montagna dicevano “per favore” quando chiedevano qualche cosa e “grazie” quando l’ottenevano o la restituivano,…